29 Febbraio 2024 - ,

Film “Materia fuori posto”

Mappa non disponibile

Data / Ora
Date(s) - 29 Feb
0:00

Categorie


 

MATERIA FUORI POSTO

Di Nikolaus Geyrhalter

Austria | 2022 | 106′

 

Rifiuti sulle coste, rifiuti sulle montagne. Sul fondo degli oceani e nelle profondità della terra. Un’indagine intorno al tema dello smaltimento dei rifiuti in alcune aree remote del mondo, dall’Asia all’Europa passando per il deserto del Nevada fino alle Maldive.

Premio Pardo Verde WWF, Festival di Locarno, Concorso internazionale 2022 | Miglior documentario, Festival dei Popoli, Firenze 2022 | Premio Big Stamp, Concorso regionale, ZagrebDox, Festival Internazionale di Zagabria 2023 | Miglior regista, Fuori Concorso, Black Canvas FCC, Messico 2022

La produzione di rifiuti e, soprattutto, i sistemi che sono adibiti al loro smaltimento nel globo terrestre è al centro del nuovo film di Nikolaus Geyrhalter, che continua così il suo lavoro di esplorazione degli spazi invisibili del mondo contemporaneo, industrializzato o meno. Spostandosi da un punto all’altro del pianeta, dall’Europa all’Asia, di continente in continente (fino all’impressionante scenario del festival Burning Man nel deserto del Nevada) il regista austriaco si concentra sui gesti di chi lavora la materia da smaltire, non solo per farla scomparire ma anche per evitare che si impossessi della terra, invada il territorio. Geyrhalter configura così una dimensione globale fatta di esseri umani che lavorano, i cui gesti, a volte precisi e meccanici, a volte carichi di consapevolezza, diventano il movimento profondo di un film che oscilla tra l’iperrealistico e il visionario, tra il grottesco e la fantascienza.

 

MATERIA FUORI POSTO

Stampa la scheda

Data: 29 Febbraio 2024

Posizione geografica: Cinema Splendor Pescia

Direttori di escursione: Commissione Biblioteca

Mappa non disponibile

Data / Ora
Date(s) - 29 Feb
0:00

Categorie


 

MATERIA FUORI POSTO

Di Nikolaus Geyrhalter

Austria | 2022 | 106′

 

Rifiuti sulle coste, rifiuti sulle montagne. Sul fondo degli oceani e nelle profondità della terra. Un’indagine intorno al tema dello smaltimento dei rifiuti in alcune aree remote del mondo, dall’Asia all’Europa passando per il deserto del Nevada fino alle Maldive.

Premio Pardo Verde WWF, Festival di Locarno, Concorso internazionale 2022 | Miglior documentario, Festival dei Popoli, Firenze 2022 | Premio Big Stamp, Concorso regionale, ZagrebDox, Festival Internazionale di Zagabria 2023 | Miglior regista, Fuori Concorso, Black Canvas FCC, Messico 2022

La produzione di rifiuti e, soprattutto, i sistemi che sono adibiti al loro smaltimento nel globo terrestre è al centro del nuovo film di Nikolaus Geyrhalter, che continua così il suo lavoro di esplorazione degli spazi invisibili del mondo contemporaneo, industrializzato o meno. Spostandosi da un punto all’altro del pianeta, dall’Europa all’Asia, di continente in continente (fino all’impressionante scenario del festival Burning Man nel deserto del Nevada) il regista austriaco si concentra sui gesti di chi lavora la materia da smaltire, non solo per farla scomparire ma anche per evitare che si impossessi della terra, invada il territorio. Geyrhalter configura così una dimensione globale fatta di esseri umani che lavorano, i cui gesti, a volte precisi e meccanici, a volte carichi di consapevolezza, diventano il movimento profondo di un film che oscilla tra l’iperrealistico e il visionario, tra il grottesco e la fantascienza.

 

MATERIA FUORI POSTO

QR Code

Stampa la scheda